20/10/2016

Inaugurato il nuovo metanodotto Paliano-Busso

Frosinone 20 ottobre 2016.

 

Società Gasdotti Italia SpA (SGI) ha effettuato oggi la messa in gas dell’ultimo tratto del nuovo Metanodotto da Paliano (Frosinone) a Busso (Campobasso) alla presenza di rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico.

Questo nuovo tratto va a rinnovare e potenziare la dorsale esistente realizzata con i finanziamenti della Cassa per il Mezzogiorno alla fine degli anni ’60.

Il metanodotto è stato realizzato in poco più di 4 anni con un investimento di circa 170 mln di euro – coinvolgendo alcuni fra i maggiori players dell’industria oil & gas: ILVA, Salzgitter Mannesman, Saipem, Salp, Siclsaldo, Nuova Ghizzoni, PPS.

Sono stati acquisti diritti di servitù per oltre 4400 lotti catastali senza fare ricorso all’esproprio per pubblica utilità per il 95% dei casi.

Il progetto ha seguito un iter autorizzativo complesso che ha richiesto l’approvazione, intervenuta nel Maggio 2011, di tre studi d’impatto ambientale da parte delle tre regioni interessate (Molise, Campania e Lazio) ed il successivo rilascio del provvedimento di Autorizzazione Unica da parte del Ministero dello Sviluppo Economico nel Marzo 2012.

Quest’opera consentirà di superare tutte le criticità dovute all’obsolescenza dell’attuale dorsale apportando i seguenti benefici al sistema di trasporto gas:

  • creazione di una sovracapacità pari a 1,2 Ml Sm3 giorno, necessaria a prolungare il tempo di transizione in caso di interruzione di una o più interconnessioni con Snam Rete Gas e funzionale ad un compiuto contributo al sistema dell’intera rete SGI nelle situazioni di emergenza;
  • declassamento della linea esistente da 14”, cioè riduzione delle pressioni di esercizio ed estensione della vita utile della linea mantenendo un adeguato livello di sicurezza anche per quel 20% del metanodotto che è stato progressivamente intercluso dall’espansione urbana;
  • aumento della continuità del servizio ai clienti attraverso la riduzione delle disalimentazioni dovute alla manutenzione programmata della rete.

Garantire l’operatività sicura ed efficiente di una rete di trasporto matura rappresenta una delle competenze distintive di SGI e consente di coniugare la sicurezza di esercizio con le nuove esigenze di flessibilità richieste alla rete di trasporto dall’evoluzione dei mercati dell’energia.

Il completamento di questo metanodotto, con investimenti sotto il budget e nel rispetto dei tempi programmati, conferma SGI come un operatore di trasporto gas a livello nazionale con la capacità di portare a termine progetti infrastrutturali di larga scala” ha spiegato l'amministratore delegato, Federico Frassi.

Dati Chiave del Progetto

  • Linea principale di lunghezza pari a 170 km con diametro di 500 mm (20’’), che si sviluppa da Busso (Campobasso) a Paliano (Frosinone)
  • Ricollegamenti per ulteriori 23 km (diametro 100-300 mm)
  • La realizzazione è stata effettuata in 6 lotti/cantieri di costruzione di circa 30/35 km e durata tra 12-16 mesi ciascuno
  • Il personale mediamente impiegato sui cantieri è stato di 160 unità/mese
  • Sono stati acquisti diritti di servitù per oltre 4400 lotti catastali, nel 95% dei casi in modo bonario (quindi senza ricorrere all’esproprio per pubblica utilità)

Tracciato